ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Euro 2012 al via, rischio di un torneo a due velocità

Lettura in corso:

Euro 2012 al via, rischio di un torneo a due velocità

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo spettacolo può cominciare. Dopo settimane di attesa, oscurate dall’ombra del caso Timoshenko, Polonia e Ucraina si preparano a dare il via ai campionati europei di calcio.

Tutto pronto a Varsavia per la gara inaugurale in un paese ansioso di mostrarsi in crescita. Atmosfera diversa a Kiev, non solo per la piogge torrenziali di questi giorni, ma soprattutto per la paura di sfigurare con i vicini polacchi. Gli investimenti ucraini sono stati inferiori di sei volte rispetto ai partner di questi europei. Le due economie viaggiano a ritmi diversi e il timore del presidente Viktor Yanukovich è che anche il torneo sarà a due velocità: “Cari compatrioti – ha detto il capo dello Stato ai suoi cittadini in un discorso tv – nei prossimi giorni, l’attenzione del mondo sarà puntata sul nostro paese. Vi raccomando di mostrare per intero l’ospitalità, la sincerità e la cordialità ucraine”.

In tribuna vip, il presidente non troverà i membri della Commissione europea che protesta contro l’incarcerazione di Iulia Timoshenko. Per le prossime tre settimane sarà comunque il pallone a dettare legge. Poi ritorneranno i problemi di sempre in vista di un match molto importante per il paese: le elezioni parlamentari di ottobre.