ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: governo riforma le pensioni, benefici per lavoratori precoci, madri e disoccupati

Lettura in corso:

Francia: governo riforma le pensioni, benefici per lavoratori precoci, madri e disoccupati

Dimensioni di testo Aa Aa

Promessa mantenuta, o annuncio pre-elettorale: il governo francese ha ripristinato il diritto ad andare in pensione per i lavoratori precoci, e, rispetto alle previsioni iniziali, ha aggiunto benefici per madri e disoccupati.

A partire dal 2013, potranno dunque andare in pensione a sessant’anni invece che a sessantadue i lavoratori che hanno iniziato a versare contributi a diciotto o diciannove anni d’età. I nuovi benefici riguardano anche madri e disoccupati, cui vengono contabilizzati sei mesi di versamenti in più.

“Il presidente della Repubblica si era impegnato alla rapida adozione di una misura di giustizia sociale, a favore di quelli che hanno cominciato presto a lavorare e che a sessant’anni hanno versato i contributi previsti”, dice Marisol Tourain, ministro del welfare.

Le misure presentate oggi, e che secondo il governo socialista costeranno poco più di un miliardo l’anno prossimo e meno di tre miliardi nel 2017, dovrebbero però essere promulgate per decreto a fine giugno, cioè dopo le elezioni legislative, e questo fa dire all’opposizione che si tratta, in realtà, di misure elettorali.