ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio, estrema destra propone taglia anti-burqa

Lettura in corso:

Belgio, estrema destra propone taglia anti-burqa

Dimensioni di testo Aa Aa

Burqa e niqab sono vietati sin dal 2010 in Belgio. Ma far rispettare questa legge non pare, spesso, essere il primo pensiero della polizia. Per sollecitare gli agenti, il leader dell’estrema destra Filip Dewinter ha proposto la delazione.

Una “taglia” da 250 euro da offrire a chi denuncia donne che sono solite andare in giro con coperture islamiche integrali.

Ma l’idea del dirigente del Vlaams Belang non pare fare breccia tra la gente.

“Abbiamo – afferma una ragazza musulmana, coperta da velo ma non integrale – tutto il diritto di fare quello che vogliamo rispetto alle libertà religiose e di espressione. Le donne devono avere il diritto di portarlo se ne hanno voglia, non è una cosa che mi riguarda”.

“Personalmente, francamente – sostiene un ragazzo – non è mio compito denunciare queste persone, soprattutto per guadagnare denaro in questo modo”.

Ancora più tagliente il commento del comico Ramzi Zerqane: “la trovo una proposta stupida. Ma Filip Dewinter è famoso per le sue proposte stupide. L’unico modo in cui posso reagire è proponendo di dare 2.000 euro a chi metterà un Burqa a Filip Dewinter”.

La taglia è più alta della multa massima che possono essere chiamate a pagare le donne che violano la legge anti-burqa, che ammonta a 150 euro.