ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mps cede Antoveneta?

Lettura in corso:

Mps cede Antoveneta?

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Monte dei paschi di Siena chiude la seduta alla borsa di Mialnao in netto rialzo. E’ l’effetto dei rumors che danno per imminente la cessione di 200 filiali dell’Antonveneta controllata dall’istituto di credito senese. Secondo fonti di stampa sarebbero interessare sia la tedesca Deutsche Bank e la francese Bnp Paribas.

Il Monte dei Paschi é la piu’ antica banca del mondo: la sua fondazionee risale infatti al 1472.

Dopo l’acquisizione nel 2007 dell’Antoveneta per un prezzo giudicato eccessivo, Mps ha perso il 95% del suo valore in borsa. Sull’andamento ha apesato innanzitutto la crisi finanziaria e poi quella legata al debito. L’esposizione dell’istituto é di 25 miliardi in titoli di stato: il che é l’equivalente di otto volte l’attuale capitalizzazione di borsa.

Oggi l’Autorità bancaria europea chiede a Mps di trovare 3,2 miliardi di euro entro la fine del mese somma indispensabile per rientrare nei criteri di solvibilità europee. Tra un anno la banca dovrà rimborsare due miliardi di Tesoro ricevuti come aiuti di Stato.

La vendita di Antoveneta dovrebbe portare nelle casse 800 milioni di euro. E’ l’inizio di una serie di cessioni di assets cui si aggiunge un piano di riduzione del personale. Il nuovo presidente Alessandro Profumo nominato ad aprile ha dato l’esempio tagliandosi lo stipendio limitato a 60 mila euro l’anno