ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Moscovici: Francia ridurrà deficit senza nuovo rigore


Belgio

Moscovici: Francia ridurrà deficit senza nuovo rigore

La Francia terrà fede all’impegno di ridurre il deficit senza ulteriori misure di rigore. Lo ha assicurato il neo-ministro delle finanze Pierre Moscovici a Bruxelles, incontrando il vice presidente della Commissione europea, Olli Rehn.

Tra i punti di convergenza, la creazione di un’unione bancaria e la ricapitalizzazione diretta delle banche tramite il meccanismo di stabilità.

Pierre Moscovici: “Olli Rehn ha detto che ritiene possibile e realizzabile l’obiettivo che siamo posti di riportare il deficit al 3% entro il 2013 e di raggiungere il pareggio nel 2017. Gli ho risposto che non soltanto è realizzabile, ma che sarà realizzato. Senza misure di austerità, ce la faremo!”.

Più incerte sembrano invece le prospettive di Parigi di riuscire a rinegoziare il patto di stabilità al fine di introdurvi misure per la crescita. Scettico, a tal proposito, l’analista Daniel Gros, secondo il quale, affinché la Francia ottenga qualcosa di concreto, la Germania dovrebbe fare maggiori concessioni. E questa possibilità, al momento, sembra poco probabile. “Ecco perché – sostiene – il ministro Moscovici dovrebbe andare a negoziare a Berlino, piuttosto che a Bruxelles”.

La rinegoziazione del patto di stabilità è stata una promessa elettorale del neo presidente francese Francois Hollande, che rischia perà di creare una frattura con la Germania di Angela Merkel, poco disponibile a rimettere in discussione i trattati.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Lutto nazionale in Italia, altre scosse in Emilia