ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: la Russia mette in stallo la comunità internazionale

Lettura in corso:

Siria: la Russia mette in stallo la comunità internazionale

Dimensioni di testo Aa Aa

Restano in una condizione di stallo le posizioni della comunità internazionale sulla Siria.
A bloccare le nuove possibile pressioni sul regime di Bashar al Assad, sempre Mosca.
Un attitudine che il presidente Putin ha ribadito a Berlino, con il cancelliere Angela Merkel e subito dopo a Parigi in un incontro con il nuovo inquilino dell’Eliseo.

“Il regime di Bashar al-Assad si è comportato in maniera inaccettabile e intollerabile e ha commesso atti che lo squalificano – ha detto il presidente Hollande – In questa situazione non vi è nessuna soluzione possibile senza le dimissioni di Bashar al-Assad “.

“Quanti civili sono morti per mano, per esempio, dei ribelli? – ha dichiarato il presidente russo – Avete contato questi morti? Si tratta di centinaia di persone. Il nostro obiettivo consiste nel riunire tutte le parti in conflitto. Noi non ci schieriamo. Vogliamo aiutare tutte le parti in causa e lo faremo in un modo che venga trovata una soluzione politica.”

Intanto il consiglio dei diritti umani dell’Onu ha dato il via libera all’apertura di un’inchiesta internazionale sul massacro di Hula.