ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Niente ultimatum in Siria, chiesto il fallimento del piano Annan

Lettura in corso:

Niente ultimatum in Siria, chiesto il fallimento del piano Annan

Dimensioni di testo Aa Aa

Dall’ultimatum alla dichiarazione di fallimento: i ribelli siriani puntano a riprendere le ostilità contro il regime di Bashar al Assad. Hanno chiesto che venga annunciato il fallimento del piano di pace Annan per la Siria, annullando l’ultimatum di 48 ore imposto al Presidente siriano per la sospensione dei bombardamenti che da ieri sono ripresi sulla città di Hula. L’Esercito libero della Siria ha diffuso un video su Youtube.

Qassim Saadeddine, Colonnello dell’Esercito Libero Siriano: “Annunciamo che non c‘è motivo per continuare a rispettare l’accordo unilateralmente. Il piano di Annan per la Siria è stato ignorato da al Assad che ha commesso massacri di fronte al mondo”.

La carneficina, intanto, ha fatto nuove vittime sul campo di guerra: gli osservatori Onu hanno confermato il ritrovamento a Dayr az Zor, nell’estremo oriente del Paese, dei corpi di tredici persone giustiziate sommariamente, come già avvenuto il 25 maggio scorso a Hula. Nei bombardamenti di ieri sarebbero morte una sessantina di persone.