ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Draghi: tocca ora ai politici

Lettura in corso:

Draghi: tocca ora ai politici

Dimensioni di testo Aa Aa

La palla passa alla politica. Perché all’Europa serve la crescita, il consolidamento fiscale e, soprattutto, chiarezza su “come sarà l’Europa tra 10 anni”. Parola di Mario Draghi, presidente della Bce che durante un’audizione al Parlamento europeo ha ribadito la delicatezza del momento chiedendo un slancio in avanti all’intera Eurozona.
“Dopo un periodo di stabilizzazione a inizio anno, più recentemente sono emersi nuovi episodi di volatilità e di incertezza anche se non agli stessi livelli del novembre scorso Tuttavia l’unione monetaria continua a fronteggiare sfide importanti” a cominciare dal dover “limitare il rischio di contagio tra i Paesi membri, promuovere strategie macroeconomiche che, assieme al consolidamento di bilancio, promuovano la crescita e l’occupazione”.
Parlando dei casi di Dexia e Bankia, Draghi ha spiegato che “quando ci troviamo di fronte a drammatiche necessità di ricapitalizzazione e guardiamo alle reazioni dei governi, paesi e autorità individuali, prima di tutto si nota che il problema viene sottostimato, viene fatta una stima, e poi una seconda e poi una terza e così via”