ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Referendum in Irlanda sul patto di stabilità

Lettura in corso:

Referendum in Irlanda sul patto di stabilità

Dimensioni di testo Aa Aa

Si o no all’austerity, dentro o fuori dal sistema Europa.

L’Irlanda vota questo giovedì per la ratifica del patto di stabilità, unico paese dell’Unione a fare ricorso alle urne in merito al giro di vite messo a punto a gennaio dai 25 dei 27 paesi europei.

I sondaggi danno vincente il sì, dopo una campagna impopolare che rischia di ritorcersi contro la coalizione di governo:

“Questo è il mio messaggio agli irlandesi. Vorrei chiedere loro, nell’interesse del paese, di essere sicuri, prendere le proprie responsabilità e andare a votare uno squillante sì”, dice il premier irlandese Enda Kenny, “Un segnale ¨che arrivi non solo all’Unione europea ma al mondo intero”.

In un paese già colpito dalla crisi economica, sono in rialzo invece le quotazioni dell’opposizione che cavalca il fronte del no:

“Questo trattato non è un bene per l’Irlanda né per l’Unione europea”, commenta Gerry Adams, leader del Sinn Fein, “significa austerità senza fine, significa gettare via i diritti democratici”.

Se a vincere fosse il no, l’Irlanda eviterà il rigore ma in compenso non potrà più usufruire dell’aiuto dei partner europei di cui ha goduto per prima.