ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eurodeputati in campo contro prostituzione durante Euro 2012

Lettura in corso:

Eurodeputati in campo contro prostituzione durante Euro 2012

Dimensioni di testo Aa Aa

Grandi eventi sportivi e prostituzione: un binomio regolarmente confermato tanto in occasione dei mondiali di calcio in Sudafrica nel 2011, quanto in quelli precedenti in Germania.

La lobby europea delle donne è scesa in campo con una campagna mirata a contrastare un fenomeno che minaccia ora di riprodursi agli europei in Polonia e Ucraina e alle Olimpiadi di Londra.

L’eurodeputato Mikael Gustafsson spiega che le grandi manifestazioni sportive attraggono molti uomini e l’industria del sesso a pagamento ne approfitta per aumentare il proprio giro di affari durante queste occasioni.

Le autorità londinesi hanno già constatato segnali di aumento del traffico di prostitute con l’avvicinarsi dei Giochi olimpici. E lo stessa cosa si starebbe verificando in Polonia.

La campagna è stata presentata a Bruxelles da eurodeputate di nove paesi, unite al di là dell’appartenenza a diversi gruppi politici.

La nostra inviata, Raquel Alvarez: “Iniziative come questa vogliono denunciare quello che avviene a margine dei grandi eventi sportivi. Ciò che accade dopo è documentato dai Giochi Olimpici in Grecia nel 2004: un sensibile aumento dei casi di aids nel paese ospite. Il rischio è che accada nuovamente in Ucraina e in Polonia, come hanno avvertito gli esperti consultati dalla Uefa”.