ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

50 anni a Taylor. L'Onu condanna l'ex presidente della Liberia

Lettura in corso:

50 anni a Taylor. L'Onu condanna l'ex presidente della Liberia

Dimensioni di testo Aa Aa

Cinquant’anni di carcere per crimini di guerra e contro l’umanità. Questa la pena comminata all’ex presidente liberiano Charles Taylor, dal Tribunale Speciale delle Nazioni Unite per la Sierra Leone.

Primo Capo di Stato ad essere condannato dalla giustizia internazionale, Taylor avrebbe – secondo il verdetto letto in aula – aiutato, incoraggiato e pianificato alcuni dei “peggiori crimini della storia dell’umanità”.

All’accusa che aveva richiesto una pena di 80 anni il capo del suo team legale, Courtenay Griffith, aveva risposto già alla vigilia con scetticismo. Una pena così pesante – dice in sostanza la difesa – equivale di fatto a un ergastolo e non farà che sottolineare agli occhi del mondo l’accanimento contro Charles Taylor.

Opposta l’interpretazione dei militanti per diritti umani, che facendo eco a manifestazioni all’Aja e in Sierra Leone, parlano invece di pronunciamento modello.

“Questa sentenza avrà un effetto esemplare – l’analisi di Andie Lambie, del gruppo ‘Global Witness’ -. Ribadirà a chiunque si trovi in una situazione come quella di Taylor che la giustizia internazionale prende sul serio i suoi compiti e continuerà a farlo”.

Stupri e assassini fra gli 11 capi di imputazione a carico di Taylor. 120.000 morti il bilancio della guerra civile che l’ex presidente liberiano avrebbe fomentato per mettere le mani sui preziosi diamanti della Sierra Leone.