ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Massacro di Huma, governo siriano: "opera di mercenari"

Lettura in corso:

Massacro di Huma, governo siriano: "opera di mercenari"

Dimensioni di testo Aa Aa

“Opera di mercenari estremisti islamici”. Il governo siriano torna a dichiararsi non responsabile del massacro di Hula, condannato da ogni parte, senza che ci sia certezza su chi debba essere obiettivo della condanna. Ma se gli oltre 100 morti di venerdì chiedono giustizia, nel Paese non si smette di morire. Anche ieri, nel giorno dell’arrivo di Annan, ci sono state 26 vittime, secondo l’opposizione.

“Esorto il governo – ha detto Annan – a fare passi decisi per mostrare di avere la seria intenzione di risolvere la crisi pacificamente. E invito tutte le parti coinvolte a contribuire alla creazione del giusto contesto necessario a un processo politico credibile”.

Nell’affermare che il piano di pace non viene applicato nel suo complesso, l’inviato speciale di Nazioni Unite e Lega Araba sottintende che non è stato l’esercito il solo a imbracciare ancora le armi. Oggi Annan incontra Bashar al Assad, alla ricerca di una soluzione per porre fine agli scontri.