ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto, incendiato il quartier generale di Ahmed Shafiq

Lettura in corso:

Egitto, incendiato il quartier generale di Ahmed Shafiq

Dimensioni di testo Aa Aa

L’annuncio da parte della commissione elettorale dei candidati che accedono al ballottaggio per le presidenziali ha causato immediata tensione in Egitto. Specialmente sul nome di Ahmed Shafiq.
 
Preso di mira il quartier generale dell’ultimo primo ministro sotto Hosni Mubarak, che sfiderà il 16 e il 17 giugno il rappresentante dei Fratelli musulmani Mohamed Mursi, che ha concluso il primo turno in vantaggio. Incendiato il materiale elettorale presente. I danni sono stati limitati.
 
“Ciò che è accaduto – ha spiegato un sostenitore di Al Shafiq – è che sono arrivati dei teppisti, chi sa chi erano, e hanno dato fuoco alle nostre cose. Non so perché. Voglio dire…sarà il ballottaggio a decidere. Di cosa hanno paura? Il ballottaggio deciderà”.
 
Accesa la miccia, però, sarà ora difficile stemperare le tensioni. Piazza Tahrir è per l’ennesima volta teatro di proteste e potrebbe esserlo per tutto il periodo elettorale e oltre. Da un lato il timore di una deriva islamista, con un presidente dalla forte connotazione religiosa che si sommerebbe a un Parlamento già a larga maggioranza musulmana. Dall’altro un esponente del vecchio regime, che per molti rappresenterebbe un fallimento della primavera araba.