ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, condanna ferma dell'Onu: "il governo non rispetta i patti"

Lettura in corso:

Siria, condanna ferma dell'Onu: "il governo non rispetta i patti"

Dimensioni di testo Aa Aa

Condanna nei termini più forti possibili. Il consiglio di sicurezza dell’Onu, riunitosi d’urgenza dopo i tragici fatti di Hula, in Siria, assiste al fallimento del piano Annan. L’inviato speciale sarà oggi a Damasco per incontrare Bashar al Assad. Appare evidente che il governo non abbia rispettato gli accordi. Ma c‘è ancora chi predica prudenza.

Dopo la riunione, il viceambasciatore russo alle Nazioni Unite, Alexander Pankin, ha affermato in conferenza stampa: “Siamo veramente preoccupati e indignati per ciò che è successo ieri e l’altro ieri. Naturalmente occorre ci siano delle indagini prima che il consiglio possa agire, o che possa reagire come ha reagito. È vero che l’opinione generale ritiene già provato che ci fossero i carri armati e sia stata usata l’artiglieria pesante”.

Non c‘è un bilancio né una verità ufficiale sul massacro avvenuto nella città della Siria centrale. Il governo afferma si sia trattato di una strage terroristica, l’opposizione attribuisce al regime 116 morti e chiama alle armi per rispondere.

Il presidente americano Barack Obama valuta l’ipotesi esilio per quello siriano. A frenare è sempre la Russia.