ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Annan in Siria: Damasco si impegni per soluzione pacifica

Lettura in corso:

Annan in Siria: Damasco si impegni per soluzione pacifica

Dimensioni di testo Aa Aa

Inorridito dal massacro di Houla. Ha usato queste parole Kofi Annan, al suo arrivo in Siria, mentre il suo piano in sei punti si rivela sempre più precario. Il mediatore internazionale ha definito la strage “un atto ripugnante”. Incontrerà il presidente Bashar Al Assad e anche rappresentanti dell’opposizione e della società civile.

“Esorto il governo a fare passi decisi per mostrare di avere la seria intenzione di risolvere la crisi pacificamente”, ha detto Annan. “Invito tutte le parti coinvolte a contribuire alla creazione del giusto contesto necessario a un processo politico credibile”.

Di Siria hanno discusso in un incontro bilaterale anche Regno Unito e Russia. Il ministro degli Esteri britannico ha incoraggiato Mosca a fare pressione su Damasco.

Il capo della diplomazia russa sostiene di non appoggiare Assad, ma respinge un cambiamento di governo. “Per noi è del tutto insignificante chi sia al potere in Siria, quale sia il regime in Siria”, ha affermato Sergei Lavrov. “La cosa più importante per noi è sostenere, innanzitutto, la fine delle violenze, porre fine alle morti, soprattutto di civili, e sostenere il dialogo politico all’interno del quale gli stessi siriani possano decidere del futuro del loro Paese”.

Sul massacro di Houla indagano l’esercito e la giustizia siriani. Human Rights Watch chiede invece una commissione Onu.

La condanna delle Nazioni Unite non ha fermato le violenze, almeno 41 persone sarebbero state uccise domenica a Hama, secondo l’opposizione, e un’altra ventina lunedì in diverse città siriane.