ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: massacro di Hula, vacilla il piano di pace

Lettura in corso:

Siria: massacro di Hula, vacilla il piano di pace

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Consiglio nazionale siriano chiede un’azione militare per proteggere i civili dopo l’attacco di sabato, il più violento dall’inizio della tregua.

A Hula sono morte più di 92 persone, tra cui almeno 32 bimbi.

Un massacro confermato dagli osservatori Onu e che mette a rischio i tentativi di riportare la pace nel paese. Il pericolo, avverte il capo della missione Robert Modd, è la guerra civile:

“La morte di 32 bambini innocenti, tante donne e tanti uomini, ma soprattutto i bambini, è un attacco inaccettabile al futuro e alle aspirazioni del popolo siriano. Chiunque abbia iniziato, chiunque abbia risposto, chiunque vi abbia contribuito”.

L’opposizione accusa della strage i miliziani fedeli al regime, Damasco parla invece di azione terrorista.

Gli osservatori esortano entrambe le parti a mettere fine alle violenze e il governo siriano a non usare armi pesanti.

All’inizio della prossima settimana, la visita di Kofi Annan per rilanciare il vacillante piano di pace.