ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

UE preoccupata per l'omofobia nei Paesi dell'Est

Lettura in corso:

UE preoccupata per l'omofobia nei Paesi dell'Est

Dimensioni di testo Aa Aa

I diritti degli omosessuali sono sempre più in pericolo nell’Europa orientale. Lo denuncia l’europarlamento in una risoluzione che critica sia gli Stati membri Lettonia, Lituania e Ungheria, dove l’omofobia è in aumento, sia Russia, Moldova e Ucraina, in cui sono in via di approvazione leggi contro quella che viene definita “propaganda dell’omosessualità”.

L’Ilga Europe, la federazione mondiale per la difesa dei diritti gay, lesbiche, bisessuali e transessuali, pubblica una mappa dei diritti degli omosessuali in Europa.

Il responsabile Juris Lavrikovs dichiara: “Solo con l’apertura mentale e con l’educazione possiamo ottenere risultati. Le leggi, per quanto siano importanti, sono solo uno degli elementi per il cambiamento dell’opinione pubblica. E’ importante anche parlarne liberamente. Ecco perché le leggi in Moldova, Ucraina e Russia sono molto pericolose, perché impedirebbero il dibattito.”

A San Pietroburgo, il solo fatto di usare lo slogan “L’omosessualità non è una perversione” è valso all’attivista Nikolai Alexeyev 125 euro di multa. Nella stessa città, una manifestazione per i diritti degli omosessuali è stata aggredita pesantemente. Attacchi omofobi e divieti di indire i “Gay Pride” sono ormai all’ordine del giorno.

Il Parlamento russo discute di punire la propaganda omosessuale con 12500 euro di ammenda.

“Nel mondo del lavoro – afferma un attivista – ci è spesso impossibile dire chi siamo veramente. Si rischia di farsi licenziare o prendere in giro o di essere detestati da tutti. E’ un vero problema sociale. Gay, lesbiche e transessuali subiscono troppe violenze fisiche e verbali.”

Due settimane fa, in Ucraina, di fronte a centinaia di estremisti di destra che stavano per attaccare il Gay Pride, le autorità hanno preferito cancellare la manifestazione anziché proteggerla e la polizia non è intervenuta per evitare i pestaggi.

Il 17 maggio, l’Unione europea ha celebrato la giornata internazionale contro l’omofobia.