ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Draghi: per l'UE serve immaginazione politica


mondo

Draghi: per l'UE serve immaginazione politica

“Non accettiamo lezioni di austerità”. Questo il grido degli studenti, in piazza a Roma contro la Banca centrale europea e Mario Draghi.

Il presidente della Bce, tornato alla Sapienza, dove studiò, per commemorare l’economista Federico Caffé, sprona l’Europa a rinnovare se stessa: “Viviamo in un momento cruciale della storia dell’Unione”, ha dichiarato Mario Draghi, “La crisi dei debiti sovrani ha svelato serie debolezze della sua costruzione istituzionale. Siamo ormai giunti a un punto in cui il processo di integrazione europea, per sopravvivere, ha bisogno di un coraggioso salto di immaginazione politica”.

All’indomani del vertice informale a Bruxelles, restano da decidere le misure per far ripartire la crescita e mantenere Atene nell’euro.

E si parla ancora di eurobond, con Francia e Italia che fanno pressing sulla Germania sempre contraria.

“Non ha senso mascherare tutto con gli eurobond o qualsiasi altra cosa, con strumenti di una solidarietà apparente” ha affermato la cancelliera tedesca Angela Merkel, “per poi avere in Europa condizioni ancora più difficili di quelle odierne”.

Ma “il tema è ormai sul tavolo”, avverte Mario Monti in vista del summit di Roma a metà giugno con la cancelliera tedesca Angela Merkel, il presidente francese François Hollande e il premier spagnolo Mariano Rajoy.

Prossimo Articolo

mondo

Ucraina: botte in parlamento per la legge sulla lingua russa