ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan: 33 anni di carcere per il medico che aiutò a scovare Bin Laden

Lettura in corso:

Pakistan: 33 anni di carcere per il medico che aiutò a scovare Bin Laden

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ finito in prigione per aver aiutato la CIA a smascherare Bin Laden il medico pachistano Shakeel Afridi. Afridi non era presente in tribunale e non ha avuto possibilità di difendersi, perché in base al sistema tribale non aveva diritto a un avvocato. Dovrà scontare 33 anni.

“Non avrebbe dovuto aiutare gli Stati Uniti”, dice un vicino. “Lavorando per il bene dell’America e danneggiando noi, si è comportato da traditore. Sarebbe stato meglio se avesse avuto una condanna ancora più severa”.

Afridi, che era stato arrestato poco dopo il blitz di Abbottabad di oltre un anno fa, è stato ritenuto colpevole di tradimento e complotto di Stato. Washington ha contestato la sentenza.

“Su questo argomento ha parlato il segretario di Stato Clinton, a febbraio”, ha detto Victoria Nuland, portavoce del dipartimento di Stato. “Il segretario alla Difesa, Panetta, ha espresso le nostre preoccupazioni a riguardo. La nostra opinione non è cambiata, continueremo a vedere nessun fondamento nella detenzione del dottor Afridi”.

Afridi aveva elaborato una finta campagna di vaccinazione, volta in realtà a ottenere i campioni di Dna degli abitanti nella zona di Abbottabad, per verificare se fosse presente qualche familiare del leader di al Qaeda.