ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto alle urne, paura per ritorno della vecchia guardia

Lettura in corso:

Egitto alle urne, paura per ritorno della vecchia guardia

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Egitto col fiato sospeso nell’attesa di conoscere i primi risultati delle elezioni presidenziali. Le prime dopo la caduta di Hosni Mubarak. Nel Paese, però, si teme un ritorno alla linea politica del passato.

I candidati dati per favoriti sono due. Si tratta dell’ex Ministro degli esteri ed ex Segretario della Lega araba Amr Moussa, che gode dell’appoggio di Washington. E Ahmed Chafik, ex Primo Ministro durante la presidenza Mubarak. Chafik, sostenuto dal Consiglio militare, ha messo in guardia il Paese da una eventuale deriva islamista.

Tra i volti di queste elezioni anche l’ex Fratello musulmano Abul Fotouh, unico rappresentante della variegata popolazione di Piazza Tharir. Fathou raccoglie il consenso dei giovani progressisti e di una parte dei salafisti.

I fratelli musulmani, forti del risultato alle elezioni parlamentari, puntano su Mohamed Morsi, nominato dopo il rigetto della candidatura di Kairat al Chatir.

Il destino dell’Egitto sembra passare anche per il voto religioso. Molti sostengono che sarà proprio la preferenza cristiana a fare la differenza. C‘è però un certo timore che dalle urne nasca una nuova Piazza Tharir.