ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto alle urne, i militari non influenzeranno il voto

Lettura in corso:

Egitto alle urne, i militari non influenzeranno il voto

Dimensioni di testo Aa Aa

L’esercito promette di tutelare le prime elezioni presidenziali del nuovo Egitto. Oggi e domani si vota per il primo turno. A 15 mesi dalla caduta di Mubarak e dopo le legislative vinte dai Fratelli Musulmani, i militari controllano ancora il Paese, ma hanno promesso di restituire il potere ai civili subito dopo l’elezione del nuovo presidente.

Il generale Mohamed El-Assar, membro del Consiglio Supremo della forze armate, assicura:“Le forze dell’esercito e della polizia sono determinate a far sì che le elezioni e il processo elettorale si svolgano in tutta sicurezza. Non permetteremo alcuna violazione della sicurezza all’interno o all’esterno dei seggi, né alcun tentativo di influenzare il processo elettorale o gli elettori.”

Il candidato più vicino all’esercito è l’ex militare Ahmed Shafiq, ultimo premier del regime di Mubarak, mentre l’elettorato islamico è diviso tra l’esponente dei Fratelli Musulmani Mohamed Morsi e Abdel Moneim Aboul Foutouh. Tra i favoriti anche l’ex leader della Lega Araba Amr Moussa e il nasseriano Hamdeen Sabbahi.