ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen, la popolazione scende in piazza contro il terrorismo islamico

Lettura in corso:

Yemen, la popolazione scende in piazza contro il terrorismo islamico

Dimensioni di testo Aa Aa

A un giorno dall’attentato in cui hanno perso la vita oltre 90 persone, lo Yemen realizza la propria fragilità. Nella notte marce silenziose hanno attraversato le strade della capitale, in ricordo delle vittime di ieri.

L’instabilità politica ha reso il Paese facile preda del terrorismo islamico. La popolazione spera adesso nel Presidente Hadi e nella sua lotta contro il movimento Ansar al Sharia, cellula affiliata ad Al Qaeda. I terroristi controllano ormai quasi interamente il Sud del Paese.

Samiha al Akhbari, attivista yemenita presente ai cortei di ieri ha dichiarato:“Condanniamo il feroce crimine compiuto ad Al Sabaeen e chiediamo al Presidente di salvare il Paese dal sabotaggio di Al Qaeda”.

L’attacco kamikaze avvenuto mentre erano in corso i preparativi per i festeggiamenti del 22esimo anno dell’unità nazionale non è riuscito a bloccare la parata che si terrà in una base militare, domani 23 Maggio.

Intanto montano le reazioni internazionali. Il Presidente Obama ha annunciato un rafforzamento degli aiuti nei confronti dello Yemen, temendo un’escalation delle attività della presenza di Al Qaeda nella penisola arabica.

Gli Stati Uniti, che hanno fortemente appoggiato la candidatura di Hadi al posto di Saleh per evitare il nascere di proteste e sollevazioni popolari, hanno già attivato un piano anti terrorismo ricorrendo anche in Yemen all’utilizzo di droni.

Lo Yemen somiglia sempre di più a un campo di battaglia dove in gioco ci sono interessi che vanno oltre i confini del Paese.