ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La tessera europea di assicurazione malattia

Lettura in corso:

La tessera europea di assicurazione malattia

Dimensioni di testo Aa Aa

Vincent:
“Salve, mi chiamo Vincent, andrò in Polonia per gli europei di calcio. Ho sentito parlare di una tessera europea di assicurazione malattia che potrebbe coprire le mie spese in caso di infortunio in Polonia. Come posso procurarmela? E quanto costa? Grazie”

Malgorzata Kurowska, funzionario per la comunicazione, Europe Direct:
“In base alle regole dell’Unione Europea sul coordinamento in campo dell’assistenza sanitaria, la tessera europea di assicurazione malattia permette di accedere alle cure nellà sanità pubblica del Paese in cui si viaggia, in caso di infortunio. Occorre richiederla alla propria assicurazione sanitaria prima di partire”.

“La tessera europea di assicurazione malattia copre il possessore durante brevi soggiorni in qualsiasi Paese tra i 27 membri dell’Unione Europea e anche in Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera, ad esempio quando si va in vacanza, in viaggio di lavoro, o viaggio studio. Non si tratta di un’assicurazione supplementare, ma è la prova che si è assicurati, che si possiede una copertura in qualsiasi Paese”.

“La tessera è gratuita e deve essere emessa dall’assicuratore sanitario. In alcuni Paesi la tessera europea di assicurazione malattia è associata alla tessera sanitaria nazionale. In altri Paesi, occorre chiederla separatamente”.

“La tessera europea non sempre assicura cure gratuite. Garantisce semplicemente la stessa assistenza di chi vive nel Paese in cui ci si reca. Quindi in base alle regole di ciascun Paese, è possibile che si debba pagare. In caso di cure a pagamento all’estero, occorre chiedere il rimborso nel Paese in questione. Se non potete farlo durante il vostro soggiorno, potete chiedere il rimborso nel Paese dove siete assicurati, al vostro ritorno”.

Per ulteriori informazioni sull’Ue, chiama lo 00 800 6 7 8 9 10 11 o visita il sito web: europa.eu/youreurope
Se anche tu vuoi fare una domanda su Utalk, clicca qui