ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tracima in Libano la rivolta contro Bashar al Assad

Lettura in corso:

Tracima in Libano la rivolta contro Bashar al Assad

Dimensioni di testo Aa Aa

Si fa sempre più tesa la situazione in Libano, che rischia di diventare naturale appendice della rivolta siriana.

La città di Akkar è stata teatro della vibrante protesta degli abitanti, che hanno dato fuoco a pneumatici e bloccato strade dopo l’uccisione, da parte dell’esercito, di due membri dell’Alleanza 14 marzo, gruppo di opposizione al regime siriano, Khaled Miraib e il religioso sunnita Sheikh Ahmed Abdul Wahid.

I militari hanno affermato che sull’auto dei due è stato fatto fuoco perché non si erano fermati a un posto di blocco.

Quest’ultimo episodio rischia di infiammare ulteriormente la situazione nel nord del Paese, in particolare nella città di Tripoli, dove da una settimana ci sono scontri tra sunniti ostili a Damasco e alawiti, sostenitori di Bashar al-Assad. Già 10 i morti.

Al di là del confine siriano, domenica è stato preso di mira il convoglio dell’ONU. Una bomba è esplosa al passaggio dell’auto che trasportava il capo della missione di osservatori, Robert Mood, incaricata di monitorare il cessate il fuoco. Non ci sono state vittime. A Souran l’esercito ha aperto il fuoco contro i civili, uccidendo 34 persone, fra cui anche dei bambini.