ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nato, in strada a Chicago proteste e repressione

Lettura in corso:

Nato, in strada a Chicago proteste e repressione

Dimensioni di testo Aa Aa

È finita con scontri tra manifestanti e polizia, ragazzi con il volto insanguinato la protesta degli indignati di Chicago, riunitisi per manifestare contro l’Alleanza atlantica. Secondo gli agenti i partecipanti al corteo non hanno rispettato l’ordine di deviare il loro percorso. I manifestanti ribattono che la gente è stata picchiata senza motivo.

La protesta ha avuto anche momenti di forte azione simbolica, come le medaglie di servizio gettate in strada da veterani della guerra in Iraq.

Tra questa gente si fa fatica a credere che la Nato lascerà l’Afghanistan.

C’era anche il reverendo Jesse James, che ai microfoni di Euronews ha detto: “Questi manifestanti sono manifestanti di coscienza. Devono essere ascoltati. Spero che il presidente e i leader della Nato tengano in conto le legittime preoccupazioni delle persone che sono qui oggi”.

Il corteo, al quale hanno partecipato migliaia di persone, era cominciato in maniera festosa e colorata. Prima di concludersi in tutt’altra maniera.

Le persone che sono qui oggi provengono da gruppi diversi, ma hanno tutte lo stesso messaggio: no alla guerra e no alla Nato.