ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna: banche declassate, Madrid resiste

Lettura in corso:

Spagna: banche declassate, Madrid resiste

Dimensioni di testo Aa Aa

Il declassamento delle banche spagnole sembra non preoccupare la borsa di Madrid. Gli indici sono positivi, segno che forse i pareri delle agenzie di rating cominciano a non convincere.

Ieri Moody’s ha abbassato la nota di 16 banche, tra cui Santander, la più grande della zona euro, e anche quella delle regioni spagnole per deficit eccessivo.

Tutto questo poco dopo la pubblicazione di un articolo secondo il quale i correntisti di Bankia avrebbero ritirato in pochi giorni più di un miliardo di euro. Il titolo della banca, in parte nazionalizzata, oggi è in ripresa.

“C‘è stato il downgrade delle banche italiane”, dice Francois Chaulet, di Montsegur finance. “Oggi sono le banche spagnole a dover far fronte ai molti asset legati al settore immobiliare e che saranno decisamente svalutati, quindi ora è necessario riportare la calma. I mercati registrano il segnale come un’uscita organizzata della Grecia”.

Il governo spagnolo, nonostante le misure prese nei confronti del settore bancario, deve ancora riuscire a convincere di essere in grado di risollevare il sistema finanziario, mentre il Paese torna in recessione nel primo trimestre del 2012.