ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, banche declassate: il governo nomina revisori indipendenti

Lettura in corso:

Spagna, banche declassate: il governo nomina revisori indipendenti

Dimensioni di testo Aa Aa

La Spagna non si lascia piegare dal declassamento delle sue banche e nomina dei revisori contabili indipendenti per analizzare la situazione creditizia. Il governo di Madrid ha annunciato il provvedimento – che servirà anche a determinare l’entità del salvataggio necessario – in seguito al taglio di rating di sedici istituti di credito sulla scia della nuova recessione spagnola. “Ci saranno due fasi – ha detto la vice-premier Soraya Saenz de Santamaria -, la prima, un test di tenuta molto urgente e veloce entro un mese e poi un’analisi più dettagliata dell’equilibrio in ogni entità. Il costo di tutto questo sarà coperto dalla Banca di Spagna”.

La scure di Moody’s era attesa ed è arrivata. Così come è arrivata la reazione del governo conservatore, che ha inoltre deciso di chiedere a Goldman Sachs una valutazione su Bankia, nazionalizzata la scorsa settimana.

Le reazioni di alcuni abitanti di Madrid: “Dobbiamo ripulire le banche – dice un residente -, dobbiamo ripulire il Paese e tutte le misure che il governo sta prendendo servono a questo”. “Le banche sono i più grandi ladri che ci siano – dice un’abitante della capitale -. Le persone che hanno creato questo disastro sono gli uomini di affari e le banche”.

Moody’s ha declassato anche alcune regioni iberiche con gravi problemi di bilancio. Il governo tedesco di Angela Merkel ha comunque rassicurato sul fatto che la Spagna sia in grado di risolvere da sola i problemi delle proprie banche, escludendo la necessità di fondi di salvataggio europei.