ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

G8: in primo piano il rilancio della crescita in Europa

Lettura in corso:

G8: in primo piano il rilancio della crescita in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Come salvare l’Europa dalla crisi: è l’interrogativo che dominerà il summit del G8 a Camp David. Nella residenza di campagna dei presidenti statunitensi, questo venerdì Barack Obama esorterà i leader europei a fare di più per stimolare la crescita.

Obama vuole evitare che la crisi europea si ripercuota sugli Stati Uniti, soprattutto quando è in gioco la sua rielezione. Vuole anche convincere gli europei a seguire la stessa politica di rilancio focalizzata sulla crescita che sta riportando gli Stati Uniti sul binario giusto.

Su questo troverà un alleato in Francois Hollande, il neo presidente francese, al suo primo G8. Ma anche altri leader europei, come il premier italiano Mario Monti, che sostengono la crescita accanto alle misure di austerità di cui è strenua sostenitrice la cancelliera tedesca Angela Merkel.

Pur non facendo parte dell’eurozona, il premier britannico David Cameron ha esortato i Paesi della moneta unica a trovare soluzioni comuni, come gli eurobond, per evitare l’estensione della crisi a livello globale.

La Grecia sarà in primo piano nei colloqui, i leader europei hanno ribadito in una videoconferenza online l’impegno a tenere Atene nell’euro.

Oggi e domani, gli otto Paesi più industrializzati affronteranno anche l’emergenza Siria. Senza Vladimir Putin: il presidente russo ha inviato negli Stati Uniti il primo ministro Medvedev. Mosca ha finora bloccato l’adozione di risoluzioni Onu contro il regime di Bashar Al Assad.