ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: giurano i ministri del governo di transizione

Lettura in corso:

Grecia: giurano i ministri del governo di transizione

Dimensioni di testo Aa Aa

I ministri del governo tecnico incaricato di portare la Grecia alle nuove elezioni hanno giurato al palazzo presidenziale di Atene. L’esecutivo di transizione – composto da sedici tra personalità del mondo universitario e alti funzionari – si occuperà del disbrigo degli affari correnti e non avrà potere di legiferare.

Lo guida il presidente del Consiglio di Stato, Panayiotis Pikramenos, 67, nominato primo ministro dal presidente della Repubblica Carolos Papoulias. L’obiettivo è preparare le elezioni del 17 giugno, le seconde in meno di due mesi, convocate dopo il fallimento delle trattative per la formazione di un governo di coalizione. “Starà ai greci decidere se avere un governo filo-europeo o scegliere una strada che li guiderà all’isolamento completo – ha detto Kyriakos Mitsotakis di Nea Dimokratia -. Sono sicuro che sceglieranno la prima opzione”.

In testa ai sondaggi resta però la sinistra radicale di Alexis Tsipras, che raccoglie il consenso di quanti si oppongono alle misure di austerità imposte dai creditori internazionali: “Durante il tentativo di formare un governo si è creato lo stesso scenario – ha detto Tsipras -, il tentativo di terrorizzare la popolazione con il solo scopo di fare crollare Syriza”.

Tsipras è l’astro nascente della politica greca,
con Syriza ha messo in ombra i partiti che avevano dominato la scena politica ellenica per decenni. Il futuro del Paese e la sua posizione nell’Eurozona sono più che mai incerti.