ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strauss Kahn chiede i danni all'ex cameriera del Sofitel per diffamazione

Lettura in corso:

Strauss Kahn chiede i danni all'ex cameriera del Sofitel per diffamazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarà stato forse il vedere François Hollande calcare quel palcoscenico che avrebbe potuto essere suo ad avergli fatto prendere questa decisione. Sta di fatto che Dominique Strauss Kahn è passato al contrattacco nei confronti di Nafissatou Diallo, proprio il 15 maggio (anche se in realtà l’azione legale è stata avviata un giorno prima) a un anno esatto dal suo arresto a New York e nel giorno dell’insediamento del nuovo presidente all’Eliseo.

L’accusa verso l’ex cameriera del Sofitel è diffamazione, per aver “coscientemente e intenzionalmente” mentito alle autorità giudiziarie, parlando di tentato stupro per un rapporto che Dsk non ha mai negato, ma definisce consensuale.

L’ex direttore del Fondo monetario internazionale chiede almeno un milione di dollari di risarcimento per aver dovuto abbandonare quell’incarico e rinunciare ad altre opportunità professionali. Leggasi corsa alle presidenziali francesi.

L’avvocato della Diallo definisce quello di Strauss Kahn un “tentativo disperato”. Archiviato il processo penale con un non luogo a procedere, è ancora in piedi la causa civile che potrebbe terminare con un patteggiamento.