ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Mollande", alla ricerca di una nuova intesa franco-tedesca

Lettura in corso:

"Mollande", alla ricerca di una nuova intesa franco-tedesca

Dimensioni di testo Aa Aa

Dal tandem al braccio di ferro. Francia e Germania finora d’accordo sulla ricetta dell’austerità per affrontare la crisi del debito sovrano in Europa adesso rischiano la collisione. Berlino parla al nuovo inquilino dell’Eliseo snocciolando i suoi dati economici favorevoli: un debito che non supera l’80%, un tasso di disoccupazione dimezzato rispetto al 10% francese e segnali di crescita ìnaspettati.

Parigi fa i conti con un’economia ferma e il grande problema della spesa pubblica, ma chiede la svolta politica a livello europeo, a cominciare dal patto sulla crescita:

Michael Hewson, analista “CMC Markets”:

“Non si sa come il nuovo presidente francese cambierà la dinamica politica tra Francia e Germania. Hollande intende rinegoziare il fiscal compact, troppe sembrano al momento le differenze di vedute Angela Merkel è contraria. Hollande intende anche aumentare il salario minimo, e abbassare l’età pensionabile, posizioni davvero diverse da quelle tedesche”.

Il nuovo inquilino dell’Eliseo chiede in Europa la fine dei tagli e nuovi investimenti per crescita e occupazione, una strada che Berlino non intende percorrere a scapito della rigidità nella gestione dei conti pubblici. Un’ intesa però va trovata, lo ribadiscono gli osservatori, la ricerca di una risposta è troppo urgente.