ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Impiccato un uomo, per l'Iran era una spia di Israele

Lettura in corso:

Impiccato un uomo, per l'Iran era una spia di Israele

Dimensioni di testo Aa Aa

Accusato di essere una spia al servizio di Israele, Majid Jamali Fashi è stato giustiziato per impiccagione in Iran.

Era stato condannato nell’agosto scorso per l’assassinio di uno scienziato nucleare iraniano, avvenuto nel gennaio del 2010.

L’ingegnere avrebbe perso la vita nell’esplosione di una bomba piazzata sotto una moto di fronte a casa sua.

Le autorità iraniane affermano che l’uomo avrebbe confessatô di essere autore dell’attacco e sono certe che lavorasse per il Mossad.

Negli ultimi anni diversi scienziati iraniani, tutti operanti in ambito nucleare, sono stati uccisi. E ogni volta Teheran ha puntato il dito contro Israele e gli Stati Uniti.

Washington ha sempre smentito, Israele non ha mai commentato.

La comunità internazionale, Israele in primis, sospetta che l’Iran stia sviluppando un programma nucleare a fini militari. Teheran nega e parla di scopi civili.