ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: all'esame possibilità governo tecnico

Lettura in corso:

Grecia: all'esame possibilità governo tecnico

Dimensioni di testo Aa Aa

I leader di tutti i partiti greci eletti in Parlamento, fatta eccezione per i neonazisti di Alba Dorata, si riuniscono oggi sotto l’egida del presidente della Repubblica, nel tentativo di trovare un accordo per dare un governo tecnico al Paese.

Questa volta ai colloqui parteciperà anche il leader di Syriza, la Coalizione delle Sinistre, attualmente seconda forza politica del Paese, che tuttavia ha già detto di essere contrario all’arrivo dei tecnocrati.

A margine di una visita alla Scuola Europea di Berlino, Angela Merkel ha auspicato che i leader europei facciano tutto il possibile per aiutare la Grecia a non abbandonare la moneta unica:

“Penso che la Grecia dovrebbe rimanere nell’eurozona”, ha detto, “Dobbiamo trovare un modo per riportare il Paese in pista passo dopo passo”.

I mercati guardano con perplessità a un possibile governo di tecnici in Grecia e ad un ritorno alla stabilità del Paese.

È il pensiero anche di Robert Halvor, analista presso la Baader Bank: “La Grecia non è in grado di risolvere i suoi problemi interni stando nell’eurozona. La cosa migliore è lasciare che abbandoni la moneta unica. La Grecia non può sopravvivere nell’eurozona”.

Tuttavia i sondaggi dicono che la stragrande maggioranza dei Greci non vuole tornare alla dracma.

Non lo desidera persino la metà degli elettori del Partito comunista, ieri in piazza per una manifestazione ad Atene, da sempre a favore dell’uscita dall’area euro.