ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna: si alza la voce degli Indignados

Lettura in corso:

Spagna: si alza la voce degli Indignados

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono arrivati intorno alle 5.30 di questa mattina i blindati della polizia a Puerta del Sol, per sgomberare gli Indignados tornati nel week end a manifestare nella piazza centrale di Madrid, in occasione del primo anniversario della nascita del movimento.

Centinaia di dimostranti hanno violato il divieto di assembramento dopo le 22, imposto dalle autorità per evitare gli accampamenti dello scorso anno, e hanno protestato contro i 18 arresti seguiti alle dimostrazioni di sabato.

Nove persone sono state già rilasciate.

“Bisogna reagire per porre fine all’impoverimento della nostra società o finiremo per impoverirla, per diventare un’Europa di serie B, con buie prospettive per i giovani”, dice un rappresentante del movimento.

Una giovane dichiara: “Penso che tornando nelle piazze e vedendo che non siamo soli, dobbiamo cominciare a vivere in maniera differente. Molta gente lo sta già facendo, creando cooperative e vivendo in un modo che non credeva possibile prima”.

Nello sgombero di questa notte la polizia ha effettuato un altro arresto. Il movimento 15 maggio ha annunciato per oggi un presidio davanti alla sede di Bankia, l’istituto di credito parzialmente nazionalizzato la scorsa settimana.

Gli Indignandos stanno facendo sentire la loro voce anche nel resto del Paese e in molte capitali europee.