ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

JP Morgan, il buco s'allarga

Lettura in corso:

JP Morgan, il buco s'allarga

Dimensioni di testo Aa Aa

Il conto è più salato. Tre miliardi di dollari persi in operazioni finanziarie rischiose. Una somma enorme e JP Morgan ora mostra rigore nel punire i presunti responsabili facendo cadere le teste dei manager coinvolti:

Agnes Crane, analista:
“JP Morgan ha un’ottima reputazione, ma è difficile essere all’altezza nel dirigere una grande banca e credo così si spieghi ciò che sta accadendo. Penso che gli investitori stiano rivolgendo lo sguardo altrove, credo che tutto ciò avrà un effetto negativo su JP Morgan”.

La condotta troppo spavalda rischia di aggiungere ai danni economici quelli di immagine. L’ Istituto nel 2011 ha avuto un volume d’affari pari a 37 miliardi di euro, la prima voce di guadagno è data dagli investimenti che sfiorano il 40%.

A capo di questo settore c’era Ina Drew una delle prime teste a cadere dopo la scoperta delle maxi perdite. Avrebbe chiesto ai trader di procedere a scommesse rischiose ma utili a ricavare profitti, causa invece di un buco sempre più grande.