ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Livorno, bombe contro sede Equitalia. Scontri a Napoli

Lettura in corso:

Livorno, bombe contro sede Equitalia. Scontri a Napoli

Dimensioni di testo Aa Aa

Sale la protesta contro l’aumento delle tasse deciso dal governo Monti. Lanciate due bombe molotov contro gli uffici di Equitalia a Livorno. Danneggiato l’esterno della sede al piano terra di un edificio nel pieno centro della città toscana. Uno dei due ordigni è rimasto inesploso. Le indagini si concentrano negli ambienti anarchico-antagonisti.

A Napoli, poi, si sono verificati scontri tra manifestanti e forze dell’ordine davanti a un’altra sede di Equitalia. Lanciate uova, sanpietrini, vernice, petardi, bottiglie e sacchetti. Fermate e identificate dagli agenti della Questura sette persone. Feriti due poliziotti. Un gruppo di dimostranti ha poi bloccato il traffico con i cassonetti dell’immondizia.

“Non è possibile pensare che se lo stato chiede ai cittadini di pagare ciò che devono pagare, venga accusato come un nemico” dice il viceministro dell’economia Vittorio Grilli.

Macabra protesta a Roma, dove alcuni militanti del movimento La Destra hanno appeso a numerosi ponti manichini impiccati. Un vero e proprio blitz per protestare contro i numerosi suicidi degli imprenditori dovuti all’aumento delle tasse. Un gesto provocatorio verso la politica del governo Monti, della Bce e dei leader Alfano, Bersani e Casini.