ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Indignados a Puerta del Sol, il movimento compie un anno

Lettura in corso:

Indignados a Puerta del Sol, il movimento compie un anno

Dimensioni di testo Aa Aa

Un anno dopo, gli Indignados tornano a Puerta del Sol, culla della protesta che ha contagiato il mondo e occupato strade e città contro il sistema finanziario e la politica.

A migliaia si sono concentrati nella piazza per una manifestazione che andrà avanti fino al 15 maggio, data di nascita e nome del movimento.

Una mobilitazione stavolta autorizzata, pur sotto il controllo di tre mila poliziotti e con il divieto di occupare.

Dalla madrilena Puerta del Sol, la testimonianza per euronews del giornalista Carlos Marlasca:

“Intorno alle otto e un quarto di sera, i cortei sono arrivati sotto scorta alla Peurta del Sol, dalle tre è difficile accedere alla piazza del movimento del 15 maggio, la polizia presidia tutte le strade di accesso e le stazioni della metropolitana.
Fra i manifestanti, persone di tutte le età, in un clima di unione e fratellanza. Come l’anno scorso, gli slogan sono contro la classe politica e i banchieri ma quest’anno riflettono anche il disagio creato dai tagli del governo di Mariano Rajoy nella sanità e nell’istruzione. Il movimento ha detto che non chiederà di occupare ma che non è responsabile delle azioni delle persone. L’occupazione tuttavia ci sarà, se la polizia userà la forza. I poliziotti sono calmi e per ora non ci sono stati incidenti”.