ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A passeggio per Mosca contro Putin, scrittori in piazza

Lettura in corso:

A passeggio per Mosca contro Putin, scrittori in piazza

Dimensioni di testo Aa Aa

In migliaia contro Putin per le strade di Mosca, per quella che è stata definita la “passeggiata controllata”, indetta questa domenica da alcuni scrittori russi.

Il corteo si è concluso in un parco, ai piedi della statua di un poeta kazako, Abay Kunanbaev, dove un gruppo di dissidenti è accampato dal sei maggio, quando Putin si è insediato tra proteste e centinaia di arresti.

“Il significato di questa marcia è dimostrare alle autorità che non ci piace come ci hanno trattato nei primi giorni del nuovo mandato di Vladimir Putin”, spiega lo scrittore russo Boris Akunin, “Se questa è la versione due di Putin, che ci è stata promessa a lungo, con cui siamo stati sedotti, allora non ne abbiamo bisogno. Che cambi questo suo comportamento o noi non lasceremo la piazza”.

Una protesta pacifica, che lascia spazio anche alle foto souvenir.

“Le elezioni non sono state corrette o leali. Vogliamo che ci sia giustizia nel paese, l’autorità deve seguire la legge, non deve essere una successione al trono”, afferma Nina, una manifestante, “Ecco perché siamo qui. Ma adesso, il tempo è bello e meravigliosi scrittori ci hanno chiamato tutti fuori per una passeggiata”.

Il “popolo a piedi” a spasso per la capitale russa, questa la nuova strategia dell’opposizione per spiazzare la polizia evitando nuovi arresti e aggirando i divieti di manifestare.