ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ali Laskri: "In Algeria la strategia del terrore ha fallito"

Lettura in corso:

Ali Laskri: "In Algeria la strategia del terrore ha fallito"

Dimensioni di testo Aa Aa

Le elezioni in Algeria non hanno cambiato la situazione. Vince ancora il Front de Liberation Nationale, il partito al governo del presidente Abdelaziz Bouteflika.

Il parere di Ali Laskri, segretario nazionale del Fronte delle Forze Socialiste:
“Il problema è che alcuni elettori non hanno trovato neppure il loro nome sui registri. La cosa preoccupante è che alcuni seggi elettorali sono stati soppressi. Quindi ci sono stati ostacoli per chi voleva andare a votare. Ed è anche sicuro che sono stati falsificati i risultati.

Conosciamo il Parlamento algerino e i suoi rappresentanti. Ci sono anche quelli che usano il denaro sporco, quindi è un Parlamento che si occupa di affari ed economia, più che di votare leggi che portino qualcosa di giusto agli algerini”.

euronews: “I partiti islamici moderati associati al potere erano dati per vincitori di queste elezioni legislative. Ha l’impressione che siano stati messi a tacere?”

Ali Laskri:
“Oggi gli islamici non sono la soluzione, dopo il decennio nero che abbiamo vissuto, la strategia del terrore ha fallito. E poi c‘è la questione della povertà. Poiché la metà degli algerini vive al di sotto della soglia della povertà e dello sviluppo, si profila una minaccia esterna: è il caso della Libia, del Mali e del Sahel. Dunque hanno fallito, il potere ha fallito in relazione alla violenza e anche loro, gli islamici, oggi hanno fallito in Algeria”.