ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, il caso Timoshenko raffredda le relazioni Ue-Kiev

Lettura in corso:

Ucraina, il caso Timoshenko raffredda le relazioni Ue-Kiev

Dimensioni di testo Aa Aa

Il caso Timoshenko rischia di essere un autogoal per le mire europeiste di Kiev.

La Presidente lituana, Dalia Grybauskaite, primo leader estero ad aver incontrato la Timoshenko dopo l’arresto nell’ospedale in cui è ricoverata, avverte Yanuckovich di essere pericolosamente vicino a un punto di non ritorno nelle relazioni con Bruxelles. All’uscita dall’ospedale l’ex Commissaria europea ha dichiarato:“Quello che è iniziato come il boicottaggio dell’incontro di Yalta potrebbe diventare una vera crisi di fiducia tra l’Europa e l’Ucraina. Vorrei poter evitare che questa mancanza di fiducia diventi una valanga”.

Primo effetto della politica di boicottaggio europea, la cancellazione del summit dei leader dell’europa dell’est da parte di Yanuckovich. A rischio anche la partecipazione agli europei di calcio dei leader dei 27 Paesi membri.

Per Yeugenia Timoshenko, però, l’attenzione internazionale sul Paese in questo momento può essere decisiva per la liberazione di sua madre:“Mi auguro che l’escalation delle proteste spingano Yanuckovich a usare i suoi poteri costituzionali per risolvere la crisi politica”.

Il Presidente Yanuckovich, però, non sembra mostrare cenni di pentimento e in occasione dell’incontro con il suo omologo moldavo:“L’Unione europea ci ha proposto una pausa e io penso che sia un bene sia per l’Ucraina che per l’Unione europea”.

Dall’ospedale Yulia Timoshenko, ha espresso la propria preoccupazione per la deriva antieuropea intrapresa da Kiev. Bruxelles intanto fa sapere di essere pronta al congelato dell’accordo d’associazioe con l’Ucraina.