ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rehn: Grecia fuori dall'euro, uno spettro da non evocare

Lettura in corso:

Rehn: Grecia fuori dall'euro, uno spettro da non evocare

Dimensioni di testo Aa Aa

Su Atene continua a concentrarsi l’attenzione europa. E se Berlino annuncia che la zona euro può andare avanti anche senza la di lei, l’agenzia di rating Fitch avverte che in questo caso metterebbe sotto osservazione con prospettive negative il rating di tutti.

Smorza i toni Olli Rehn, nel giorno in cui la Commissione europea ha previsto un altro anno difficile per i 17 paesi della moneta unica.

“Non voglio fare speculazioni su una possibile uscita della Grecia dall’euro”, ha detto il commissario per gli affari economici e monetari ai microfoni di euronews, “Non voglio evocare lo spettro se non è necessario. È più importante ora, soprattutto in Grecia, concentrarsi sulla formazione di un governo di coalizione e affrontare le sfide economiche del paese in maniera convincente”.

Atene deve però rispettare gli impegni presi e continuare sulla strada del rigore.

Altrimenti il rischio, ha detto il ministro degli affari esteri tedesco Guido Westerwelle, è che l’Europa chiuda i cordoni della borsa: “Se la Grecia si allontana dal cammino delle riforme già tracciato, non sarà più possibile effettuare il pagamento delle prossime tranche del prestito. La solidarietà non è una strada a senso unico. La solidarietà non funziona senza solidità. Ciò che è stato concordato, deve essere applicato”.

E un cammino tutto in salita aspetta il prossimo esecutivo greco, parto di una difficile unità nazionale, ostaggio dei partner europei da un lato e del malcontento popolare dall’altro.