ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Indonesia, recuperate le prime vittime del Superjet

Lettura in corso:

Indonesia, recuperate le prime vittime del Superjet

Dimensioni di testo Aa Aa

 
I primi corpi sono stati recuperati dall’esercito indonesiano. Lo schianto dell’aereo russo è avvenuto mercoledì pomeriggio vicino al vulcano Salak in Indonesia, ad 80 km da Jakarta. Sono una cinquantina i morti ancora nella carcassa del Sukhoi Superjet 100, carico di giornalisti e di potenziali acquirenti. Erano in viaggio promozionale, il superjet è infatti il simbolo della nuova era degli investimenti russi nel settore aereo.
 
Cinque ore di marcia nella giungla a 2000 metri di altezza. Sono in tutto 225 gli uomini impegnati nelle operazioni di recupero rese particolarmente difficoltose dalla logistica dell’incidente, su cui resta l’ombra del guasto tecnico. Ipotesi temuta da Mosca che ha promesso comunque collaborazione:
 
“Ho parlato con il presidente russo Vladimir Putin nella notte, abbiamo deciso di collaborare nellinchiesta sulle ragioni del distastro” – ha detto il presidente indonesiano Susilo Bambang Yudhoyono.
 
Il Superjet 100 è frutto di una joint venture tra
Sukhoi e l’italiana Alenia aeronautica, la compagnia Aeroflot ha fatto sapere che non rinuncerà all’utilizzo di questo modello.