ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Euro 2012: Kiev accoglie la "Coppa dei desideri"

Lettura in corso:

Euro 2012: Kiev accoglie la "Coppa dei desideri"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il fischio d’inizio è ancora lontano. Molte delegazioni politiche minacciano il boicottaggio, ma a Kiev è già festa per l’arrivo della coppa del desiderio: il trofeo che dal prossimo 8 giugno farà sognare e sudare le 16 nazionali in lizza per gli Europei di calcio 2012.

Già con i coltello fra i denti, l’ex rossonero Andriy Shevchenko. “Come me – dice l’oggi capitano della nazionale ucraina -, credo siano in migliaia i tifosi che sognano di sollevare questa coppa. Questi europei rappresentano un’occasione molto importante non solo per il nostro calcio, ma per tutta l’Ucraina”.

L’accoglienza è in pompa magna, ma il piacere fugace: prima di poter tornare a Kiev per la finale del 1 luglio, la Coppa dovrà proseguire il suo tour. Democraticamente partito da sette città della Polonia dovrà ora toccarne altrettante in Ucraina.

Poi il ritorno in una teca, nell’attesa di finire tra le braccia dei vincitori.