ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi politica greca: verso un governo trasversale?

Lettura in corso:

Crisi politica greca: verso un governo trasversale?

Dimensioni di testo Aa Aa

Prima, timida schiarita per la crisi politica greca.

Ci sarebbe accordo infatti tra il leader del Pasok, Evanghelos Venizelos che da ieri conduce le consultazioni, e il conservatore Antonis Samaras che domenica ha vinto le elezioni ma non ha i numeri per governare da solo.

L’idea è quella di un esecutivo trasversale che includa le sinistre unite del Syriza, cementato dalla fedeltà all’Europa che dal canto suo, per bocca del presidente della Commissione, José Manuel Barroso, minaccia l’espulsione in caso di mancato rispetto delle regole.

Tra i greci, molto scetticismo: “Ci deve essere un cambiamento”, dice Costas Vogas, uomo d’affari di 39 anni, “Il 70 per cento ha detto no al piano di salvataggio. Non so come potranno essere in grado di rinegoziare ma ciò di cui sono certo è che la gente non può tollerare oltre questa situazione”.

“Io sono fra quelli che hanno votato per i nazionalisti di destra, lo confesso”, afferma Yorgos Eyindavelonis, “Non sono un sostenitore dell’estrema destra ma volevo votare contro coloro che ci hanno portato a questo punto”.

“Non sapere quel che sta per accadere ci fa sentire tutti molto strani”, aggiunge Valentina Menitsouk, agente immobiliare di 34 anni, “Ciò crea un’incertezza che rende la vita molto dura”.

Se anche questo terzo tentativo dovesse fallire, i greci torneranno alle urne. In questo caso, i sondaggi danno favorita l’estrema sinistra che ha rifiutato il piano di salvataggio.