ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lavoro minorile in tempo di crisi: allarme dal Portogallo

Lettura in corso:

Lavoro minorile in tempo di crisi: allarme dal Portogallo

Dimensioni di testo Aa Aa

I bambini sono tra le vittime della crisi e dei piani di austerità.

L’allarme è stato lanciato da Bruxelles dopo la visita compiuta in Portogallo dal commissario europeo per i diritti umani.

La crisi potrebbe spingere sempre piu’ bambini a lasciare la scuola per trovarsi un lavoro che possa aiutare la famiglia.
“Il problema – ha spiegato il commissario Nils Muiznieks – non è ancora esteso ma il rischio esiste e ne approfitto per ringraziare le autorità portoghesi per le misure preventive prese negli anni scorsi. Il contesto attuale non fa che aumentare il rischio di un ritorno del lavoro minorile”.

Categorie a rischio sono anche gli anziani e i Rom che in Portogallo devono fronteggiare numerose discriminazioni.

Per quanto riguarda la riforma del mercato del lavoro approvata dal Parlamento tra mille polemiche a fine marzo, è stato trovato l’accordo con il Vaticano per la soppressione di due festività religiose. Il governo, nella speranza di aumentare la produttività, aveva chiesto alla Chiesa Cattolica di individuare due date del calendario.

Il nunzio apostolico ha detto di comprendere gli sforzi fatti dal governo per affrontare la crisi economica e finanziaria.

I rapporti tra Stato portoghese e Santa Sede sono regolati da un Concordato approvato nel 2004