ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attentati a Damasco. Il racconto di uno dei nostri inviati

Lettura in corso:

Attentati a Damasco. Il racconto di uno dei nostri inviati

Dimensioni di testo Aa Aa

Bora Bayraktar, uno dei nostri giornalisti, era a Damasco questa mattina. Ecco la sua prima testimonianza via telefono, dal luogo degli attentati:

“Più di 20 automobili sono andate completamente distrutte e in ognuna di queste macchine c’erano delle persone, i cui corpi sono carbonizzati. Ci sono autobus, taxi, e all’interno le fiamme hanno fatto praticamente evaporare i cadaveri. Secondo il governo siriano si tratta delle bombe a più alto potenziale mai esplose a Damasco. Sul posto si è diretto un gruppo di sostenitori del regime per cantare slogan pro Assad.

Ieri sera ero con il ministro dell’informazione siriano che mi esprimeva i suoi timori legati all’incremento dell’attività del terrorismo fondamentalista islamico nel paese. Non parlano apertamente di Al Qaeda, ma si riferiscono a loro. Il ministro mi ha detto che gli attacchi terroristici si vanno facendo più sofisticati, gli obiettivi sono scelti molto bene e ci sono molti punti in comune fra questi attacchi in Siria e quelli perpetrati in Iraq o Afghanistan”.