ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Agguato Genova: inquirenti seguono tre piste

Lettura in corso:

Agguato Genova: inquirenti seguono tre piste

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli inquirenti italiani seguono tre piste nelle indagini sull’agguato all’amministratore delegato di Ansaldo Nucleare, Roberto Adinolfi, gambizzato a Genova.

Si tratta di quella vetero-brigatista, quella anarco insurrezionalista e una terza definita commerciale, cioé legata agli interessi dell’azienda nell’Est europeo.

E nel giorno dedicato alle vittime del terrorismo, il Presidente della Repubblica avverte: Non ci faremo intimidire. ‘‘Non ci sono ragioni di dissenso politico e tensione sociale che possano giustificare ribellismi, illegalismi, forme di ricorso alla forza destinate a sfociare in atti di terrorismo’‘, ha detto Giorgio Napolitano.

Un documento dei Gruppi armati proletari che fa riferimento all’agguato, è comparso sul sito Indymedia. Per gli inquirenti non si tratta di una rivendicazione.

Ma nel giorno della memoria, in Italia in molti ricordano che, negli anni di piombo, l’Ansaldo fu uno degli obiettivi della colonna genovese delle Brigate Rosse.