ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Già fitta l'agenda di Hollande

Lettura in corso:

Già fitta l'agenda di Hollande

Dimensioni di testo Aa Aa

In occasione del passaggio di consegne all’Eliseo il 15 maggio ci sarà anche il nome del primo ministro. Lo ha detto il neopresidente François Hollande. Martine Aubry la più accreditata, seguono Jean Marc Ayrault e Pierre Moscovici.
 
Quest’ultimo, che ha orchestrato la campagna socialista, ha fatto sapere che subito dopo l’investitura ufficiale in patria, Hollande cercherà quella europea andando a confrontarsi con il cancelliere tedesco Angela Merkel, il 16 maggio.
 
Poi immediatamente un altro battesimo del fuoco: l’incontro alla Casa Bianca con Barack Obama, che anticiperà il G8 a Camp David e il vertice Nato a Chicago. Verrà affrontato sicuramente il nodo Afghanistan. In camapagna elettorale Hollande ha promesso di ritirare il contingente francese prima della fine del 2012.
 
Obama ha chiamato anche Sarkozy, ringraziandolo per la “forte leadership dimostrata”. Una leadership che non si rinnoverà. Almeno secondo quanto afferma il presidente uscente. Evasi gli ultimi impegni, l’addio di Sarkò all’Eliseo sarà, salvo ripensamenti futuri, anche la fine della sua stagione politica. A 57 anni.