ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La nuova alba di Atene

Lettura in corso:

La nuova alba di Atene

Dimensioni di testo Aa Aa

Chi l’ha visto crescere politicamente in questi ultimi anni, lo lo ripeteva: Alexis Tsipras è l’astro nascente dell’estrema sinistra non solo greca ma europea.
Ingegnere, 37 anni, alla guida della coalizione Syriza, ha sbaragliato i parititi del panorama politico greco, risultando seconda forza politica del PAese.

Ricevuto dal leader dei conservatori di Nea Democratia, primo partito del Paese con un margine esiguo, ha respinto qualsiasi tipo di alleanza, così come non stringerà alcun accordo con i socialisti, colpevoli, accusa Tsipras, di aver accolto a braccia aperte il piano di salvataggio imposto dalle istituzioni internazionali, piano he sta strangolando il Paese.

Denunciado l’intesa, Tsipras ha fatto campagna chiedendo il controllo pubblico delle banche, la ridistribuzione della ricchezza con l’aumento della pressione fiscale sui ricchi e la fine del circolo vizioso tra tagli e recessione.

Un’altro mondo è possibile per Alexis Tsipras, uno dei primissimi politici europei a avere un profilo Facebook.

Che è riuscito a conquistare i giovani greci ma non solo.

Anche Nikolaos Michaloliakos e la sua Alba dorata, partito d’estrema destra, ha fatto breccia conquistando il voto del 7% dei greci e entrando in parlamento.

Il movimento viene fondato dal suo attuale leader nel 1980, ma ha sempre raccolto poco più dello 0,2% dei consensi ogni volta che si è presentato alle elezioni. Questa volta, la crisi e la condizione disperata in cui versano milioni di greci ha fatto fare il grande balzo in avanti. Alba d’Oro ha messo insieme un cospicuo bottino di voti, che si traduce in più di 25 deputati sui 300 che siedono in Parlamento.

I leader del partito hanno più volte detto di voler “ripulire la Grecia” dagli immigrati e esprimendo il desiderio di collocare delle mine antiuomo lungo i confini
distribuendo cibo e facendo ronde notturne. Hanno promesso ai propri elettori di voler onorare il mandato.