ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: Kadima nel governo, annullato voto anticipato

Lettura in corso:

Israele: Kadima nel governo, annullato voto anticipato

Dimensioni di testo Aa Aa

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha raggiunto un accordo con il partito di opposizione Kadima per dare vita a un governo di unità nazionale.

La nuova maggioranza avrà l’appoggio di 94 dei 120 deputati della Knesset e darà a Netanyahu la possibilità rivedere la legge che esclude gli ultraortodossi dal servizio militare senza subire ricatti dai partiti religiosi.

“È una sorpresa – ammette un abitante di Gerusalemme – Si suppone che debbano essere da esempio per i cittadini e invece si stanno vendendo per una poltrona. Sono molto molto sorpreso, ma se Netanyahu è riuscito a convincerli, congratulazioni”.

Annullate le elezioni anticipate di settembre, il nuovo governo resterà in carica fino al 2013, e il leader di Kadima, Shaul Mofaz sarà vicepremier.

“Sarà in grado di affrontare i problemi più urgenti – sostiene Gerald Steinberg, analista politico – e le sfide che Israele deve affrontare sia a livello nazionale, sia nella regione, in particolare nel faccia a faccia con l’Iran. Si invia un segnale molto forte a Teheran, ma anche all’Europa e agli Stati Uniti: la leadership di Israele è in grado di affrontare le minacce, se e quando si rende necessario”.

Gli analisti si interrogano se la mossa a sorpresa di Netanyahu e Mofaz – un ex capo di stato maggiore – sia da collegare alla eventualità di un attacco di Israele alle infrastrutture nucleari sviluppate dall’Iran.

Domenica scorsa il premier aveva annunciato di voler indire elezioni anticipate forte anche dei sondaggi danno per certa una sua ricoferma.